x

Le migliori offerte & consigli per il viaggio!

Iscrizione gratuita alla Newsletter

La tua avventura.
La tua storia.

Valanghe - informazioni utili

ValangheIn passato, si pensava che le valanghe fossero una punizione divina, oppure opera di streghe e spiriti maligni. Solo nel tardo Medioevo sono state individuate le cause reali di questo fenomeno. Le valanghe possono raggiungere una velocità di 140 km/h, e travolgono tutto quello che trovano sul loro cammino.

Alberi sradicati, rifugi distrutti, vite spezzate… il bilancio di una valanga è raramente positivo. Il pericolo della morte bianca è sempre presente. Ma la cosa più inquietante è che circa il 90% degli incidenti è causato dalle persone stesse.

I dépliant turistici attirano i visitatori con l'allettante prospettiva di vivere avventure ed esperienze senza confini nella natura incontaminata delle montagne altoatesine: sole limpido, uno scintillante manto nevoso e cielo blu intenso. In questo quadro idilliaco, dove le gite sono un must assoluto, alla sicurezza si pensa spesso troppo tardi.

La scala di allerta delle valanghe va da uno a cinque. La maggior parte degli incidenti e dei distacchi si verifica però già in corrispondenza del grado 3.

Il pericolo di valanghe è particolarmente elevato sui pendii con inclinazione compresa tra i 25 e i 45 gradi, dove la presenza di grandi quantità di neve fresca, deboli strati di neve perenne, oltre a neve accumulata dal vento, neve bagnata e fenomeni di slittamento aumentano il rischio di incidenti. Prima che la neve riesca ad assestarsi e consolidarsi, la pressione sugli strati inferiori diventa progressivamente insostenibile. I cumuli di neve e l'azione del vento contribuiscono a rendere la situazione ancora più pericolosa.

Per poter rientrare a casa sani e salvi, occorre fare attenzione ai seguenti fattori:

Neve e condizioni meteorologiche
Un appassionato di sport invernali responsabile e consapevole controlla sempre le condizioni meteorologiche e i bollettini delle valanghe sia in fase di pianificazione del tour che prima di mettersi in cammino. Il rischio aumenta proporzionalmente alla presenza di neve fresca. Ma anche il vento, il sole e gli sbalzi di temperatura possono essere determinanti.

Terreno
L'inclinazione di un pendio e la sua posizione sono indicatori che ci forniscono informazioni utili sul pericolo di valanghe. Particolarmente a rischio sono le aree con una pendenza pari o superiore ai 30°.

Il fattore umano
La maggior parte delle valanghe è causata da comportamenti umani. Le motivazioni di questi incidenti sono principalmente da ascriversi all'inadeguatezza della pianificazione e dell'equipaggiamento, all'inesperienza, alla falsa ambizione, alla scarsa o insufficiente conoscenza del territorio, alla sottovalutazione dei pericoli, ad un'errata valutazione delle situazioni, non solo durante le escursioni di sci alpinismo in terreni aperti, ma anche in aree lontane dalle piste - e questo nonostante la presenza di cartelli di avvertimento. 

Una persona sepolta sotto la neve può sopravvivere per 15 minuti. Dopo di che, le possibilità diminuiscono drasticamente, ad ogni minuto che passa. Dopo circa 30 minuti, il 50% delle vittime soccombe per asfissia, percentuale che sale al 70% trascorsi 35 minuti.

Durante l'escursione con gli sci d'alpinismo bisogno procedere in sicurezza: in corrispondenza di pendenze pari o superiori ai 30 gradi, ad esempio, è opportuno osservare una distanza di 10 m “di sgravio” (distanza standard 30 m). In pendenze pari o superiori ai 35°, è consigliabile scendere uno alla volta. I segnali premonitori di una valanga sono cadute recenti di lastroni/cornicioni, rumori di assestamento e simili ad un “Wumm”, ma anche la presenza di fessure nel manto nevoso.

A.R.T.Va, pala, sonda, telefono cellulare, kit di pronto soccorso e sacco da bivacco fanno parte dell'equipaggiamento di emergenza. Per una maggiore sicurezza, è consigliabile avere nello zaino anche una Avalanche Ball e un ABS (airbag da valanga). In caso di pericolo imminente, spesso è troppo tardi per fuggire. Al contrario, si dovrebbe cercare di contrastare la valanga, e mimare i movimenti del nuoto con le braccia e le gambe, per non rischiare di ritrovarsi sepolti troppo in profondità. Per chi è in possesso di un airbag o di un'Avalanche Ball, occorre attivare i dispositivi il più presto possibile prima dell'arrivo della valanga.

L'equipaggiamento, però, non è tutto: da solo, l'airbag non è certo sufficiente a prevenire gli incidenti. Gli appassionati di sport invernali devono essere ben consapevoli del fatto che le valanghe appartengono all'inverno e alla natura… e sono sempre pericolose!

Informazioni interessanti:

Sito didattico del Servizio di Prevenzione Valanghe dell'Alto Adige
www.avalanchetrail.bz.it
Altri suggerimenti che possono interessarti:
FIS-Norme di sicurezza
FIS-Norme di sicurezzaIndispensabili sulle piste: cautela e atteggiamento responsabile ...
di più
Sicurezza in caso di maltempo
Sicurezza in caso di maltempoLampi e tuoni durante un'escursione… che fare ...
di più
Escursione con i bambini
Escursione con i bambiniCon questi consigli l'escursione sarà un successo ...
di più