x

Le migliori offerte & consigli per il viaggio!

Iscrizione gratuita alla Newsletter

La tua avventura.
La tua storia.

La via ferrata Pisciadù

Panorama montano visibile dalla via ferrata PisciadùLa Brigata Tridentina, come viene anche chiamata questa via ferrata, è una delle più amate delle Dolomiti ed è accessibile anche dall'Alta Val Badia. La scalata inizia sul Passo Gardena e attraversa il Gruppo Sella, fino ad arrivare al Rifugio Pisciadù.

La Via Ferrata Pisciadù è non a caso una delle più amate di tutte le Dolomiti: l'arrivo all'attacco è pressoché immediato e ci si può arrampicare lungo un percorso di media difficoltà, circondati da un suggestivo panorama di montagna. Al termine del percorso, a quota 2.595 m, gli scalatori trovano un rifugio e un lago di montagna, che ricompenseranno tutti gli sforzi fatti.

Sentiero per il rifugio PisciadùPonte sospeso lungo la via ferrata PisciadùVista sulla regione vacanze Alta Badia in Alto Adige

Se desideri affrontare questa via ferrata, ti occorrono tecnica, assenza di vertigini e knowhow. Sottolineiamo inoltre che non è un percorso adatto a chi si cimenta per la prima volta in una via ferrata. Ti consigliamo di metterti in cammino di buon'ora, in quanto l'itinerario è spesso molto frequentato. Non dimenticare di dare un ultimo sguardo alle previsioni del tempo prima di partire.

Per raggiungere il punto di partenza, il Passo Gardena, bisogna arrivare fino a Colfosco, e da qui proseguire in direzione del valico. Sotto al Passo si trova un parcheggio segnalato.

Percorso:

Dal parcheggio si segue sulla sinistra l'indicazione per le cascate del Pisciadù. Dopo circa 15 minuti si raggiunge l'attacco alla via ferrata. Si sale con facilità lungo una parete attrezzata con scalette metalliche e staffe: i numerosi aiuti rendono più agevole questo tratto.

In prossimità del secondo punto di sosta si trova un'«uscita d'emergenza» per chi volesse uscire anticipatamente dalla via ferrata, che si immette nel sentiero normale. Da questo punto in poi la ferrata diventa leggermente più impegnativa e prevede tratti più ripidi ed esposti. Il punto più alto si raggiunge lungo la cresta della Torre di Exner, dove un ponte sospeso attraversa una profonda gola. Pochi metri più avanti si trova l'uscita della via ferrata e la terrazza soleggiata del Rifugio Pisciadù.

La via del ritorno conduce nuovamente al punto di partenza in circa 1,5 - 2 ore lungo il sentiero 666, che attraversa la Val Setus. Alcuni dei tratti più impegnativi sono assicurati con cavi metallici.

Altri suggerimenti che possono interessarti:
Palestra di roccia Burgkofel
Palestra di roccia BurgkofelQuesta palestra di roccia si trova a San Lorenzo ...
di più
Parco Avventura di Colfosco
Parco Avventura di ColfoscoL'Alta Badia offre splendide opportunità di arrampicata ...
di più
Palestra di roccia Salewa Cube
Salewa CubeLa più grande palestra di roccia dell’Alto Adige e d’Italia ...
di più
Palestra d'arrampicata Nives
Palestra d'arrampicata NivesL'ideale anche nei giorni di pioggia ...
di più
Via ferrata della Croda Rossa di Sesto
Via ferrata della Croda RossaTi piace arrampicare? Allora qui sei nel posto giusto ...
di più