x

Le migliori offerte & consigli per il viaggio!

Iscrizione gratuita alla Newsletter

La tua avventura.
La tua storia.

Convento della Madonna di Pietralba a Nova Ponente

Convento della Madonna di Pietralba a Nova PonenteA molto tempo addietro, fino al lontano 1553, risale la storia del Convento della Madonna di Pietralba a Nova Ponente, che è il santuario più famoso dell'Alto Adige. Perfino Papa Giovanni Paolo I trascorreva qui le vacanze estive.

A metà del XVI secolo Leonhard Weißensteiner, un contadino di montagna di questa zona, si ammalò. Nel 1553 gli apparve la Vergine Maria e lo guarì dalla sua malattia. Come ringraziamento, gli chiese di costruire una cappella, dove i fedeli potessero invocarla. Weißensteiner, di nuovo ristabilitosi, obbedì a questo desiderio, e la cappella diventò meta di molti pellegrini provenienti da ogni dove.

Santuario Madonna di Pietralba in Val d'EgaMadonna di Pietralba in Alto AdigeFacciata del Convento Madonna di Pietralba

Già nel 1673, poiché l'afflusso di pellegrini era notevole, fu necessario costruire una nuova chiesa. Essa fu nuovamente trasformata negli anni 1719 - 1722 dall'architetto di Innsbruck Johann Martin Gump e dal suo collega Agostino Maria Abfalterer.

A Giuseppe Dellai fu affidata nel 1753 la trasformazione in stile barocco della chiesa. Nel 1654 l'odierna basilica barocca fu completata. Sotto l'Imperatore Giuseppe II il Convento di Pietralba fu però soppresso e parzialmente demolito. La ricostruzione ricominciò solo intorno al 1800.

Oggi la meravigliosa basilica è curata dai Padri dell'Ordine dei Servi. La statua miracolosa della Madonna Addolorata con il figlio morto in grembo era già stata custodita da Leonhard Weißensteiner nella cappella originaria. Nel 1885, alla presenza di oltre 130 sacerdoti e 15.000 fedeli, nel corso di una cerimonia solenne, la statua fu nuovamente incoronata dall'allora Vescovo di Trento, Giovanni Giacomo della Bona. Da vedere sono anche l'altare maggiore della basilica, ricoperto da foglie d'oro e d'argento, gli altari laterali e gli affreschi della volta. Centinaia di ex-voto sono custoditi in una entrata laterale alla chiesa. Non bisognerebbe lasciarsi sfuggire neanche una visita alla piccola cappella accanto alla chiesa, dedicata a San Pellegrino Laziosi, il patrono dei malati di tumore.

Un avvenimento unico nella storia del Convento della Madonna di Pietralba fu il 17 luglio 1988, quando Papa Giovanni Paolo II alla presenza di migliaia di fedeli celebrò qui una Santa Messa.

Contatto:

Santuario Basilica Madonna di Pietralba
Tel. +39 0471 615 165
Fax +39 0471 615 233
www.weissenstein.it

Orari di apertura

Tutti i giorni dalle 7.30 alle 19.00 (tutto l'anno)
Altri suggerimenti che possono interessarti:
Alloggi in Val d'Ega
Alloggi in Val d'EgaDagli hotel raffinati fino alle pensioni accoglienti ...
di più
Musei in Val d'Ega
Musei in Val d'EgaInteressanti non solo per gli amanti della cultura ...
di più
Lago di Carezza
Lago di CarezzaUn vero must per ogni vacanziero in Val d'Ega ...
di più
Chiesa di Sant'Elena
Chiesa di Sant'ElenaRicca di affreschi è la piccola chiesetta ...
di più