x

Le migliori offerte & consigli per il viaggio!

Iscrizione gratuita alla Newsletter

La tua avventura.
La tua storia.

Chiesa parrocchiale di San Geltrude a Selva dei Molini

Chiesa parrocchiale a Selva dei Molini nelle Valli di Tures e AurinaLa località di Selva dei Molini con la sua frazione di Lappago si trova nella regione turistica altoatesina delle Valli di Tures e Aurina ed è in grado di entusiasmare gli amanti della cultura e della natura. Merita una visita anche la chiesa parrocchiale di San Geltrude, che nel corso dei secoli è stata ricostruita e restaurata più volte.

La chiesa fu citata per la prima volta in un documento ufficiale nel 1383. In seguito, nel 1445, è documentata la consacrazione del nuovo altare in onore di San Geltrude per mano del vescovo Johann von Röttel di Bressanone. A quel tempo Selva dei Molini apparteneva alla parrocchia di Campo Tures. I contadini avevano quindi l'obbligo di versare le imposte al parroco di Campo Tures.

Vista sulla località di Selva dei Molini - Chiesa parrocchiale di San GeltrudeChiesa parrocchiale di San Geltrude in Alto AdigeChiesa parrocchiale di San Geltrude a Selva dei Molini

A causa della crescita numerica della popolazione, la chiesa originaria divenne presto troppo piccola, motivo per cui nel XVI secolo fu costruita anche la cappella di San Martino. A metà del XVII secolo, per la precisione nel 1660, Selva dei Molini fu scissa dalla parrocchia di Campo Tures e fu insediato un curato proprio di Selva dei Molini. La popolazione era tenuta al sostentamento del curato e promise di costruirgli una canonica. Nel 1724 fu insediato un curato anche a Lappago e per questo motivo la parrocchia di Lappago fu divisa da quella di Selva dei Molini.

All'inizio del XIX secolo l'allora parroco richiese la costruzione di una nuova chiesa perché la vecchia chiesa di San Geltrude era di nuovo troppo piccola. Rimasero intatti solo il campanile tardogotico e il muro meridionale, mentre il resto fu demolito. Anche la popolazione dovette dare manforte alla costruzione e nel 1838 la chiesa poté essere consacrata all'onore di San Geltrude.

Merita di essere vista la pala dell'altare maggiore, opera dell'artista veneziano Cosrue Dusi che fu donata dall'Imperatore Francesco Giuseppe. La pala rappresenta la vestizione di San Geltrude, che fu badessa nei pressi di Bruxelles.

Altri suggerimenti che possono interessarti:
Chiese e cappelle in Alto Adige
Chiese e cappelleScopri le chiese più belle dell'Alto Adige ...
di più
Selva dei Molini - Lappago
Selva dei Molini - LappagoUna località che entusiasma grandi e piccoli ...
di più
Hotel benessere in Alto Adige
Hotel benessereDedica anima e corpo al tuo benessere ...
di più