x

Le migliori offerte & consigli per il viaggio!

Iscrizione gratuita alla Newsletter

La tua avventura.
La tua storia.

La Chiesetta di San Costantino presso Fiè allo Sciliar

Chiesetta di San Costantino presso Fiè allo SciliarSan Costantino è una piccola frazione del comune di Fiè allo Sciliar. La piccola località con l'omonima chiesa, che è stata eretta su una collina, si trova direttamente tra Fiè e Siusi e offre all'osservatore un panorama unico.

La Chiesa di San Costantino, dietro la quale si erge il massiccio dello Sciliar, è visibile già da lontano. È merito certamente anche della sua posizione da sogno che la chiesa decori innumerevoli cartoline dell'area turistica e sia uno dei soggetti fotografici più amati dell'Alpe di Siusi.

Per la prima volta la chiesetta fu citata nel 1281, ma di questa costruzione del XIII sec. oggi sono presenti solo poche parti. Nel 1506 ci fu una grande ristrutturazione che fu commissionata da Leonardo di Fiè. A questo periodo risale anche l'aspetto odierno della chiesa: le finestre ad ogiva, la volta a costoloni, i contrafforti e le finestre a traforo del campanile. L'anno di questi lavori di ristrutturazione si conosce esattamente poiché è inciso nel portale meridionale. Al XVIII sec. risale invece la cupola a cipolla del campanile.

Anche se l'interno della chiesa sembra a prima vista piuttosto modesto, essa ha da offrire gioielli unici, come ad esempio lo stupendo altare maggiore. Il dipinto mostra l'Imperatore Costantino, patrono della chiesa, e lo stemma dei Signori di Fiè. Costantino il Grande nacque nel 285 d.C., era un grande assertore del Cristianesimo e fece erigere anche numerose chiese. Morì nel 337.

Comunque la pala d'altare è solo una copia, poiché l'originale di J. Adam Mölck del 1762 purtroppo è stato rubato. Anche le figure degli angeli dell'altare sono state rubate dalla chiesa. Sant'Elena, madre di Costantino, si riconosce nell'alzata dell'altare. Questo è ancora un pezzo originale. Un'altra particolarità è il fatto che l'altare maggiore non disponga di elementi laterali. Se siano state rubate o siano sparite in altro modo, non si sa esattamente, si suppone però che originariamente fossero fissate all'altare.

Nell'altare laterale sinistro si trova una statua della Madonna del XIX sec. Nell'alzata dell'altare si può vedere un dipinto con la rappresentazione della Santissima Trinità – una rappresentazione in cui Gesù Cristo è stato raffigurato tre volte, uno accanto all'altro, e che fu vietata da Papa Urbano VIII.

All'interno della Chiesa si scorge sulla destra un bassorilievo policromo in pietra, che mostra un vescovo che libera un bambino dalle fauci di un lupo. Sulle origini di questa rappresentazione non si hanno informazioni precise.

Sul campanile è riprodotto un affresco di San Cristoforo, purtroppo mal conservato.

La chiesa è molto amata anche dalle coppie per la celebrazione dei loro matrimoni.

Altri suggerimenti che possono interessarti:
Sposarsi in Alto Adige
Sposarsi in Alto AdigeI nostri consigli per il giorno più bello della vita ...
di più
Alloggi a Fiè allo Sciliar
Alloggi a Fiè allo SciliarDall'hotel romantico a quello per famiglie ...
di più
Museo della Scuola di Tagusa
Museo della Scuola di TagusaPer tutti coloro che amano curiosare nei tempi passati ...
di più
Chiesetta di San Cipriano
Chiesetta di San CiprianoLa chiesetta tardo romanica presso Tires sul Catinaccio ...
di piú