x

Le migliori offerte & consigli per il viaggio!

Iscrizione gratuita alla Newsletter

La tua avventura.
La tua storia.

Castello di Rodengo

Vista sul Castello di RodengoUn tempo, su uno sperone roccioso sopra il fiume Rienza, si ergevano soltanto una casatorre e un palazzo. Con il passare dei secoli, tuttavia, il Castello di Rodengo, edificato da Friedrich I von Rodank, venne trasformato e ampliato. È possibile visitare il castello soltanto nell'ambito di una visita guidata.

La storia dell'imponente struttura difensiva tra Sciaves e Rio di Pusteria ebbe inizio nel XII secolo. Fu la famiglia nobile dei Signori von Rodank a dare ordine di edificare il castello. Decenni più tardi, dopo l'estinzione dei Signori von Rodank, il Castello di Rodengo rimase sotto l'amministrazione principesca, prima di passare nelle mani dei conti di Wolkenstein-Rodenegg. Il più celebre rappresentante di questo casato fu il poeta e trovatore Oswald von Wolkenstein, i cui discendenti sono ancora oggi in possesso del maniero.

Entrata del Castello di Rodengo nella regione vacanze Gitschberg - JochtalCastello di Rodengo nella regione vacanza Gitschberg - JochtalCastello di Rodengo in inverno

Dopo il passaggio di proprietà, nel XVI secolo il Castello di Rodengo fu trasformato in una sfarzosa residenza. Segni e testimonianze del passato sono oggi custoditi nel museo. Nonostante sedie, tavoli e cassettoni risalenti al periodo tardomedievale siano assolutamente da vedere, l'attrattiva principale sono senza dubbio i secolari affreschi del celebre poema epico “Ciclo di Iwein”. Le scene realizzate da Hartmann von Aue all'inizio del XIII secolo si annoverano tra i primi dipinti murali profani nell'area di lingua tedesca. Un dato particolarmente interessante: gli affreschi del Ciclo di Iwein furono scoperti nel 1972 durante gli interventi di ristrutturazione.

 

I migliori hotel per le vacanze in hotel castello

Tutti gli hotel castello

Oltre alle opere esposte nel museo e agli affreschi di notevole importanza storica, i visitatori del Castello di Rodengo possono ammirare - durante una visita guidata di circa un'ora - l'affascinante cortile interno con lo stemma di famiglia, il giardino, l'armeria e, inoltre, la cappella dedicata a S. Michele con tracce di dipinti murali romanici. Meno invitante, ma ancora più interessante, è una visita alla cella del cosiddetto “Lauterfresserlochs”. Con cella si intende una segreta in cui Mathias, o Matheus, Perger venne tenuto prigioniero fino alla sua morte. Il presunto stregone, condannato a morte per stregoneria e arso vivo nel 1645, deve il suo soprannome - “Lauterfresser” - alla sua predilezione per un'alimentazione liquida (in tedesco “lauter”). La celebre cella nella segreta del castello di Rodengo, nell'area vacanze Gitschberg - Jochtal, merita assolutamente una visita… non soltanto per gli appassionati di storia!

Orari di apertura

1 maggio - 15 ottobre (sabato chiuso)
Visite guidate: ore 11.30 / 14.30
15 luglio - 31 agosto:
un'ulteriore visita guidata alle ore 15:30

Contatto:

Castello di Rodengo
Frazione Villa 11
I - 39030 Rodengo
Tel.: +39 0472 454 056
Altri suggerimenti che possono interessarti:
Castello di Sonnenburg
Castello di SonnenburgOggi il castello è di proprietà privata ...
di più
Design hotel
Design hotelVacanze in un ambiente meraviglioso ...
di più
Rodengo
RodengoLa località è situata nella regione di Gitschberg - Jochtal ...
di più