x

Le migliori offerte & consigli per il viaggio!

Iscrizione gratuita alla Newsletter

La tua avventura.
La tua storia.

L'Ortles

Ortles in Val Venosta in Alto AdigeÈ la più alta “vetta del Tirolo” - l'Ortles a Solda, in Val Venosta, con i suoi 3.905 metri. Proprio quella montagna che venne scalata per la prima volta nel 1804 partendo da Trafoi, nel 1805 fu conquistata anche partendo da Solda. Ed è sempre quella montagna da cui prende il nome l'intero gruppo montuoso, il Gruppo dell'Ortles.

Situata nel cuore del Parco Nazionale dello Stelvio e circondata da 14 "Tremila", il Re Ortles, la montagna più alta dell'Alto Adige domina l'intera area vacanze attorno a Solda, in Val Venosta.

Massiccio dell'Ortles d'invernoOrtles nel Parco Nazionale dello Stelvio in Val VenostaVista sull'Ortles d'estate

I percorsi che conducono all'Ortles sono tutti tour in quota impegnativi; tra di essi c'è la via normale da nord, quella più conosciuta. Chi una volta nella vita si fa accompagnare sull'Ortles, è sicuramente esperto di alpinismo e di ghiacciai. Con l'Ortles raggiungerà una delle vette più importanti delle Alpi orientali e sarà ripagato da un sentimento di euforia senza pari.

L'Ortles a Solda è molto interessante anche dal punto di vista storico. La prima scalata di questa montagna risale al lontano 1804, quando Giovanni Arciduca d'Austria fece un viaggio nel Tirolo e vide l'Ortles per la prima volta. Incaricò quindi Johannes Gebhard, un ufficiale, di organizzare la prima ascensione. Accompagnato da due alpinisti esperti, questi si incamminò verso Solda e promise ai contadini del denaro se avessero trovato una via per raggiungere la vetta. Alcuni tentativi, per lo più nei pressi dell'odierna via normale, fallirono. Ma poi, il 26 settembre, Josef Pichler, cacciatore di camosci che prestava servizio a Castel Coira, riuscì a raggiungere la vetta. Lo fece tuttavia da Trafoi e non da Solda. Un anno dopo, l'Ortles fu scalato anche da Solda, attraverso la cosiddetta "Cresta del Coston".

Numerosi sono i racconti anche sulla guerra dell'Ortles, in cui si narra di un certo tipo di codice d'onore del nemico. Quassù le posizioni degli austriaci e degli italiani erano molto vicine tra loro e i soldati si aiutavano a vicenda a riempire i sacchi di sabbia o si offrivano sigarette l'un l'altro, e avevano concordato un armistizio segreto; combattevano infatti contro un nemico comune: il freddo glaciale. Affinché i comandanti non si insospettissero, sparavano qualche colpo qua e là.

Oggi l'area turistica nei dintorni del Re Ortles attira, sia in estate che in inverno, numerosi villeggianti: per sciare, fare escursioni o anche semplicemente per rilassarsi in un ambiente naturale unico.

Altri suggerimenti che possono interessarti:
Malghe in Alto Adige
Malghe in Alto AdigePer tutti coloro che cercano posti caratteristici e accoglienti ...
di più
Escursioni in Val Venosta
Escursioni in Val VenostaConsigli per interessanti escursioni in Val Venosta ...
di più
Hotel per escursionisti
Hotel per escursionistiSempre pronti a soddisfare i tuoi desideri per le vacanze ...
di più
Escursione - Punta Beltovo di Dentro
Alla Punta Beltovo di DentroBella escursione ad una vetta oltre i 3.000 ...
di più
Webcam a Prato/Stelvio
Webcam a Prato/StelvioOffre una fantastica vista panoramica ...
di più